IL PROGETTO

logoEDIZIONE 2017, TUTTA L’ARTE A FAVORE DEI DIRITTI UMANI

 

 

 

Il 2017 è un anno importante: coincide con il 20° festival Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty e il 5° DeltArte. Due anniversari speciali che vogliamo onorare nel migliore dei modi, ovvero attraverso un’edizione che racchiuda sotto un unico cartellone, le anime e i percorsi artistici avviati in questi anni. Proseguendo un percorso avviato lo scorso anno, l’obiettivo è quello di dare vita ad un unico grande festival diffuso, capace di sensibilizzare al tema dei diritti umani attraverso tutta l’arte. Un calendario di eventi che spaziano dall’arte contemporanea alla musica, dal teatro al cinema, alla fotografia, riconoscendo nell’esperienza artistica un valido mezzo educativo per la realizzazione di una cultura universale dei diritti umani.
A rafforzare la volontà di unire i due eventi culturali sotto l’egida dei diritti umani per amplificare il messaggio di unione, anche il recente riconoscimento del territorio del Delta del Po a Riserva MaB UNESCO: ecco che il territorio da cui parte la nostra storia allarga il suo confine per assumere rilevanza mondiale. Questo riconoscimento diventa uno stimolo maggiore per dare concretezza agli obiettivi fondanti dell’Unesco, nato per impedire che dopo la seconda guerra mondiale si potessero scatenare altri conflitti del genere: sconfiggere guerre e terrorismo, produrre cibo per tutti,  lavoro, crescita e qualità della vita attraverso la conoscenza, la sostenibilità, la sicurezza e un consumo responsabile, senza tralasciare gli importanti temi della giustizia, della tolleranza e dell’uguaglianza dei sessi.

 

ARTE PER LA LIBERTÀ , UN FESTIVAL DAL RESPIRO INTERNAZIONALE

È attraverso la creazione di un’identità unitaria che il festival Arte per la Libertà diventerà nel 2017 un evento dal respiro internazionale, fondato sull’intento di sensibilizzare ai diritti umani attraverso l’espressività artistica, potente linguaggio universale. La grande cassa di risonanza, continuerà ad essere Amnesty International, a sostegno di un festival diffuso sul territorio in grado di far parlare l’arte da un comune importante megafono. Crediamo che solo in questo modo il festival possa travalicare i limiti territoriali e nazionali, facendosi promotore di un’arte che abbatte i confini, crea legami, unisce i popoli e le diverse culture.

I VANTAGGI

Legati dall’intento comune di promozione delle caratteristiche uniche del Delta del Po e sensibilizzazione ai diritti umani attraverso l’espressività artistica, l’unione di DeltArte e Voci per la Libertà in un unico progetto artistico rappresenta un’azione strategica sotto diversi punti di vista:

  • Maggiore rilevanza culturale anche a livello nazionale grazie ad un’unica proposta artistica
  • Capitalizzazione delle competenze e rafforzamento dello spirito di squadra
  • Immagine unitaria forte con la quale procedere nelle azioni di fundraising
  • Promozione unitaria dei diritti umani, dell’ambiente, dell’arte e creatività nel territorio di riferimento
  • Coinvolgimento del territorio, in particolare dei giovani
  • Valorizzazione delle le caratteristiche uniche dei territori in cui il festival è inserito, dal punto di vista culturale, economico, turistico e ambientale
  • Trasformazione di questi luoghi estranei alle dinamiche ‘di massa’ in contenitori culturali capaci di attrarre sia un pubblico locale sia un pubblico nazionale
  • Realizzare una manifestazione che parli a pubblici e generazioni differenti con differenti linguaggi
    Creare un’occasione di confronto e promozione comune tra gli operatori del territorio

PERCHÈ SOSTENERCI

Messaggio Universale
Il tema dei diritti umani è un messaggio che travalica i confini, che crea legami, rafforza i rapporti; dentro questo concetto sono racchiusi diritti con i quali trattiamo ogni giorno: il diritto al lavoro, al cibo, alla salute, alla casa. Sostenerci significa arrivare al cuore della gente con un messaggio universale che riguarda ognuno di noi.

Unicità
Si tratta dell’unico festival in Italia che dia voce ai diritti umani attraverso la creatività artistica; non si tratta di un momento di raccolta fondi a favore di una causa sociale, ma un’occasione di riflessione sulla tutela della libertà grazie all’arte.

Amnesty International
Sostenerci significa legare il proprio nome a quello di Amnesty International, la più grande organizzazione non governativa indipendente votata alla difesa dei diritti umani fondamentali. Fondata nel 1961, Amnesty conta oltre due milioni di soci e sostenitori in più di 150 paesi. La Sezione Italiana di Amnesty conta oltre 80.000 soci

Respiro internazionale
Un unico grande cartellone di artisti provenienti dal mondo musicale, artistico contemporaneo, teatrale, cinematografico, con nomi di spicco sia al livello nazionale che internazionale, per dare vita ad un evento che riesca a comunicare un messaggio universale anche al di fuori dei confini italiani.

Comunicazione
Vent’anni di esperienza, di creazione di reti, di network tra partner della comunicazione che continuano a sostenerci per l’alto valore sociale e artistico delle nostre produzioni. Offriamo quindi una grande visibilità alle aziende che scelgono di sostenerci, attraverso canali tradizionali (stampa, TV, radio) e digitali (sito web, campagne ADV, social media, newsletter…).

Pubblico
Il risvolto economico del sostegno all’evento sta nelle piazze piene, affollate di persone incuriosite da un modo “sociale” di intendere l’arte che emoziona, coinvolge, a volte provoca, stimola al dibattito e alla riflessione. In questo modo il territorio si anima, i centri cittadini si popolano di persone che vivono l’evento e diventano consumatori non solo di cultura, ma anche di servizi.

I RISULTATI CHE VOGLIAMO RAGGIUNGERE

Stiamo lavorando per organizzare questo grande evento: abbiamo in mente un solo obiettivo, quello di arrivare al cuore di ognuno raccontando i diritti umani attraverso l’arte. Vogliamo farlo al meglio: 50.000 persone nel pubblico – 60 eventi – 180 singoli artisti coinvolti live – 25 giornate di festival – 18 comuni coinvolti – 14 concerti – 9 laboratori didattici – 5 installazioni – 5 murales – 3 proiezioni – 3 crociere – 3 rappresentazioni teatrali – 3 workshop

Annunci